Casa

Bambini e Videogiochi – Consigli Utili

C’è un modo per usare bene il videogame senza che diventi pericoloso per lo sviluppo dei nostri figli? Si parla molto e da diverso tempo della necessità di intervenire sulle competenze indispensabili per un impiego corretto delle nuove tecnologie e dei media.

Questi strumenti entrano a far parte della nostra vita quotidiana sempre di più, ai pc si aggiungono tablet e smart phone, aumentano le possibilità di collegamento alla rete. Oltre all’intrattenimento, si profila all’orizzonte un utilizzo di queste tecnologie in ambiti didattici non solo accademici o superiori, ma anche in fasce d’età più vicine alla formazione primaria.

La possibilità di trasmettere contenuti sia a livello didattico che non, attraverso strumenti multimediali complessi riguarda, però, tutte le nuove tecnologie e i loro impieghi. Per questo, che lo si voglia o no, questo nuovo approccio al gioco richiede attenzioni e conoscenze forse inedite per i genitori. Giocare a palla o con le biglie richiede abilità, ma non esiste una contestualizzazione che si fa veicolo di contenuti. Giocare con le bambole o ai cow boys, ci sposta su piani simbolici più complessi, ma sono rare le situazioni in cui gli adulti si sentono messi in difficoltà da questi giochi

Le responsabilità degli adulti
Queste forme d’intrattenimento, invece, chiamano fortemente in causa gli adulti che si trovano ad avere compiti educativi, perché introducono contestualizzazioni fortemente caratterizzate che portano con sé un’inἀnità di messaggi. In più ci muoviamo in un terreno che conosciamo poco ed è in costante evoluzione. Ora, possiamo anche considerare che attraverso i videogiochi si possano trasmettere contenuti educativi, ma bisogna essere “educati” al loro uso. Nell’abitudine all’uso di queste nuove tecnologie bisogna anche tener presente che è necessario stabilire delle regole prima che inizino i problemi.

Regole per usare bene il videogame:
mantenere l’attenzione su cosa usano i nostri figli quando giocano, che siano giochi su piattaforma, o in rete, o app per gli smart phone

prima dell’acquisto verificare le indicazioni sulle copertine dei giochi (la Pan European Game Information o PEGI ha realizzato un codice ad icone che dà indicazioni sulle caratteristiche dei giochi, in alcuni casi anche su quelli on line contrassegnati PEGI OK), per essere sicuri di comprare un prodotto adatto a chi lo utilizzerà

posizionare gli strumenti in spazi comuni della casa in modo da mantenere facilmente un contatto

non incoraggiare l’uso dei dispositivi portatili (PSP, DS, smart phone ecc.) che permetta di “eclissarsi” in spazi nascosti;

provare a partecipare ai momenti di gioco, magari facendosi aiutare dai nostri ἀgli che saranno sicuramente più bravi ed allenati di noi

regolare l’orario di utilizzo. Porre un limite all’uso serale e definire un giorno alla settimana senza videogiochi

regolare i tempi di utilizzo. Ci deve essere un limite massimo per le sessioni di gioco da gestire con intelligenza

confrontiamoci con i genitori degli amichetti e, se è il caso, con gli insegnanti, per capire come vanno le cose nelle altre case in modo da cercare sistemi di regole comuni.

non aver paura ad ammettere che ci sono cose che non si sanno in questo campo e nel caso, chiedere aiuto per capire meglio come funzionano giochi, piattaforme.

Molto interessante.

Casa

Come Realizzare una Cintura in Lamina di Alluminio

Per realizzare una cintura con la lamina d’alluminio lavorata e fili di camoscio, vi suggerisco di leggere le semplici istruzioni tecniche descritte nella presente guida. Con un po’ di fantasia e manualità, otterrete una bella cintura fai da te, da indossare per ogni occasione.

Iniziate ritagliando dalla lamina argento 12 strisce della dimensione di 2 X 5 cm. Dopo, usando l’apposito bulino, sbalzate con cura al centro di ogni striscia un piccolo quadratino con un tondino al centro decorativo. Nel frattempo, col catalizzatore denso, create la resina nera e versatene nei quadrati decorati in lamina, unendovi della porporina argento.

A questo punto, preparate dell’altra resina trasparente, usando il catalizzatore liquido e miscelate tale colore in quello nero e argento precedentemente colato dentro le insenature dei quadrati di lamina. Una volta terminato di colorare le strisce di lamina, con le resine create, fate asciugare bene. Intanto prendete i fili di camoscio neri, uniteli tra loro ed inserite un fermaglio argento.

Una volta fissato il fermaglio con la pinza, a circa 2 cm di distanza dal fermaglio disponete le 12 decorazioni in lamina colorate, distanziandole tre loro di circa 4 cm. Applicate ogni striscia ripiegando le alette sul retro dei fili di camoscio, fissando tali quadratini con la colla a caldo. Infine, mettete il gancio di chiusura, inserite nelle due estremità della cintura creata, due pietre argentate per bloccare i fili, poi annodate e tagliate quelli in eccedenza.

Casa

Come Realizzare una Collana di Rame Battuto

In questa guida vedremo come realizzare una collana di rame battuto. Non è un lavoro facilissimo ma neanche impossibile. Malgrado le apparenze, non è certo essere provetti fabbri per forgiare questo delizioso collarino in filo di rame battuto. Vediamo come fare.

Prima di tutto bisogna dire che volendo si può realizzare anche con un tubicino cavo di ottone. Se lo ritieni utile, ispirati al disegno proposto, ma senza farti condizionare troppo. Disegnare i vari elementi che compongono il collarino in modo da avere una traccia, anche se a grandi linee.

Scaldare un’estremità del filo di rame e curvarlo velocemente con le pinze, dandogli la forma desiderata. Se, una volta raffreddato, il pezzo non ti dovesse convincere allora scaldalo di nuovo e modifica la curvatura. Appoggiare il pezzo sull’incudine e battere il filo fino ad appiattirlo. Proseguiamo con il lavoro.

A questo punto dobbiamo tagliare il pezzo con il tronchesino solo dopo aver ottenuto la forma definitiva: in questo modo eviterai scottature e l’operazione risulterà molto più semplice. Realizzare tutti gli elementi del monile procedendo nello stesso modo. Creare la chiusura del collarino piegando le estremità a formare due ganci e appendere le decorazioni per mezzo di anellini ricavati dal filo di rame.

Casa

Come Disdire Contratto Eni

Eni è uno degli operatore più utilizzati per la fornitura di luce e gas. Oggi sul mercato sono però disponibili numerose alternative, è quindi possibile che ci si trovi con l’esigenza di disdire il proprio contratto.

In questa guida spieghiamo in che modo è possibile eseguire l’operazione.

Per prima cosa, è importante fare una distinzione tra il cambio fornitore e la disdetta.
Il cambio fornitore è infatti la situazione più semplice, che non richiede l’invio di una disetta a Eni.

Se si vuole cambiare fornitore, basta contattare il nuovo gestore e sottoscrivere un contratto con questo.
Sarà infatti il nuovo gestore a completare la procedura, chiudendo la fornitora con Eni e iniziano la propria.

Diverso è invece il caso in cui si voglia fare una disdetta del contratto senza richiedere una nuova fornitura.
In questo caso, la soluzione più semplice è contattare il servizio clienti al numero verde 800 900 700.
In questo modo è infatti possibile effettuare la richiesta e avviare la procedura.

Prima di chiamare, è importante avere a disposizione i dati che saranno richiesti, codice fiscale, codice cliente, e numero matricola contratto.
A questo punto, prima che la disdetta sia effettiva, passeranno circa trenta giorni, periodo in cui bisogna continuare a pagare il servizio.

L’alternativa è rappresentata dall’invio di una raccomandata all’indirizzo ENI – Piazzale Enrico Mattei 1 – 00144 – Roma.
In questo caso è possibile scaricare questo modulo disdetta Eni dal sito Disdette.net e compilarlo con i propri dati.
Il documento deve essere inviato allegando la copia di un proprio documento di identità.

Disdire Eni è quindi semplice.

Casa

Come Realizzare una Cornice Colorata

In questa guida vedremo come realizzare una cornice colorata e allo stesso tempo anche vivace. Useremo del colore verde ma si può senza problemi usare anche un altro colore che più vi piace. Dare colore è sicuramente uno dei metodi più semplici per trasformare una cornice di legno.

Per un tocco particolare, una volta scelto tutto l’occorrente, bisogna che scegliamo due tonalità di uno stesso colore e dipingere la cornice alternandole. Ci sono vari metodi per riuscire in questo lavoretto ma il più importante e semplice lo vedremo in questa guida, nei due passi successivi e quindi chiedo di seguirmi.

cornice

Applicare due strati di colore di base su tutta la lunghezza della cornice. Lasciare asciugare prima di passarvi leggermente la carta vetrata. Fare questa operazione prima che il legno venga tagliato a pezzetti. Tagliare la modanatura e dipingere i quattro listelli di legno prima che siano assemblati.

Assicurarsi che il colore non copra le estremità, altrimenti non si incastreranno più perfettamente. Colorare due listelli verde chiaro e due verde scuro. Per pitturare questa cornice è stato utilizzato colore lucido acrilico, ma puoi usare anche pittura acrilica normale e quindi passare una vernice lucida.